GDPR Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator Cos’è il Virtual Learning Environment (VLE)? | CreaCity
virtual learning environment cos'è

Virtual Learning Environment: come si traduce questa espressione inglese e cosa significa di preciso?  Ecco di cosa si tratta e cosa ha a che fare con l’apprendimento a distanza (eLearning).

Virtual Learning Environment: di cosa parliamo?

L’ambiente di apprendimento assume nuove forme grazie al digitale e all’accesso alle informazioni via web. L’espressione inglese Virtual Learning Environment (VLE) indica proprio questo: uno spazio virtuale dove si insegna e si impara a distanza, secondo modalità particolari.

Nel VLE l’apprendimento (lezioni, corsi o percorsi formativi anche articolati) è organizzato su piattaforma o portale eLearning, o attraverso un sito web dedicato.  Qualunque sia la forma il sistema di gestione rende possibile:

  • l’interazione fra docente e alunno, a distanza
  • il caricamento e la consultazione via internet di contenuti
  • la gestione delle operazioni di segreteria, lo scambio di informazioni
  • la valutazione online, intermedia e finale

Questo sistema non si limita  semplicemente a replicare a distanza  i meccanismi di un ambiente didattico tradizionale (“fisico”), ma permette piuttosto di creare e gestire uno spazio di apprendimento diverso da quello reale, con caratteristiche del tutto particolari:

  • ricco di stimoli e contenuti multimediali
  • adatto alla gestione personalizzata del tempo di apprendimento
  • che favorisce forme nuove di interazione docente/studente e fra studenti

Si può strutturare un vero e proprio ecosistema virtuale di apprendimento, efficace, adattabile, ricco di stimoli e personalizzabile, dove:

  1. si impara senza limiti di tempo e spazio
  2. i materiali disponibili sono molti e diversi

Sono proprio la varietà dei materiali didattici e la personalizzazione dei tempi di apprendimento a trasformare l’esperienza eLearning in un modo efficace di imparare.

Se sei interessato ad approfondire, per scoprire come la didattica eLearning possa stimolare le nostre tante intelligenze puoi dare un’occhiata al nostro articolo: la didattica eLearning e le intelligenze multiple di Garner.

Come è organizzato l’ambiente virtuale di apprendimento?

Un software ( a pagamento o open source) gestisce l’accesso degli utenti, le lezioni e gli spazi di interazione (ad esempio chat e forum di discussione). In genere è integrato anche un database per i contenuti su base cloud. Il sistema gestisce anche la comunicazione (che può essere sincrona e asincrona), l’accesso al materiale didattico e ai test.

Nel Virtual Learning Environment si possono caricare materiali di varia natura, come ad esempio: webinar, lezioni video, contenuti testuali e slide interattive su base SCORM.

A volte, poi, il VLE diventa una vera e propria classe virtuale, con lezioni singole e di gruppo in tempo reale.

Virtual learning environment (VLE) e LMS: quale differenza c’è?

Spesso l’espressione Virtual learning environment  è usato come sinonimo di Learning Management System (LMS), ma in realtà i due concetti non sono perfettamente sovrapponibili. In altre parole: non significano precisamente la stessa cosa.

Parlare di  elearning con il termine LMS, sottolinea di più l’aspetto gestionale, cioè tutto quello che riguarda l’organizzazione dell’apprendimento a distanza e l’accesso ai materiali didattici e la gestione dei test di valutazione.

Quando invece si usa l’espressione ambiente virtuale di apprendimento VLE, non si parla tanto degli aspetti gestionali della didattica a distanza (interfaccia e browser), ma  si descrivono, più precisamente,  le funzionalità e le caratteristiche della ambiente virtuale che viene a crearsi  grazie all’uso di una piattaforma eLearning.

Virtual Learning System: caratteristiche dell’ambiente virtuale di apprendimento

L’idea di fondo del Virtual Learning Environment è la possibilità di imparare e insegnare a distanza di svolgere attività didattiche attraverso lo schermo e la tastiera di un computer o di altri device come tablet e smartphone. Per l’accesso ai contenuti è in genere sufficiente una connessione internet.

Si interagisce e si impara in uno spazio formale, anche se particolare per le sue peculiarità e le sue regole.

In genere chi entra nel VLE ‘è  consapevole di far parte di una comunità, cioè di un gruppo di persone che studia e si forma imparando online: anche se si consultano i contenuti in solitudine  e da qualunque luogo (“da casa”) si  partecipa comunque a un percorso condiviso:  lo scambio di informazioni con altri soggetti o il contatto con i  docenti ne sono una prova.

Le piattaforme open source sono predisposte ad accogliere percorsi di apprendimento appositamente creati da formatori e dicenti e sono quindi abbastanza facili. Un esempio? Moodle, dall’utilizzo abbastanza intuitivo.  Ma anche le risorse gratuite  diventano realmente efficaci solo se si crea materiale efficace. Il docente deve saper organizzare i contenuti, trasformarli per essere caricati e personalizzare la veste grafica. Un esempio tipico ne sono i corsi basati su slide interattive.

Insomma,

le potenzialità di un ambiente di apprendimento virtuale sono davvero molte! Se vuoi il nostro aiuto per organizzare le tue risorse online, qui a CreaCity possiamo darti una mano.

Vuoi creare un corso online di slide SCORM ? Telefonaci o manda un messaggio!

oppure vai qui

Summary
Cos'è il Virtual Learning Environment (VLE)?
Article Name
Cos'è il Virtual Learning Environment (VLE)?
Description
Caratteristiche e modalità di apprendimento a distanza in ambiente elearning.
Author
Publisher Name
CreaCity
Publisher Logo
Tag: , , , , ,

Commenti

  1. Avatar

    Articolo molto interessante! Sviluppa in modo chiaro, dal punto di vista teorico, ciò che in questo momento molti di noi docenti si sono trovati ad affrontare (all’improvviso e impreparati) a livello assolutamente pratico! Il processo che abbiamo attivato va, pertanto, paradossalmente al contrario e questo articolo mi sembra un ottimo approfondimento per iniziare!

    Reply

One Comment In This Topic

Your email address will not be published. Required fields are marked *