differenze tra ecommerce e ebusiness
Tempo di lettura: 4 minuti
Aggiornato al 13 Gennaio 2024

 Probabilmente hai già un’idea di cosa sia l’eCommerce ma conosci il significato esatto del termine? Sai qual è la differenza fra eCommerce e eBusiness?

Vendere online è una pratica ormai molto diffusa ma non tutti sanno di cosa si parla esattamente. Facciamo chiarezza!

eCommerce: cos’è?

L’eCommerce (commercio elettronico) è un sistema per l’acquisto e la vendita di beni e servizi che usa Internet come principale mezzo di scambio.

Questa è più o meno la definizione da manuale del termine, ma se ne parliamo in termini di affari l’eCommerce è certamente molto più di questo.

→Cerchi qualcuno che possa gestire il tuo eCommerce? Contattaci adesso!

Differenze tra eCommerce ed eBusiness

L’eCommerce è spesso confuso con l’eBusiness, sebbene i due termini non siano esattamente sovrapponibili.

L’eCommerce si riferisce solo alla transazione di beni e servizi tra un venditore e un consumatore, mentre il termine eBusiness fa riferimento aa tutto il processo che serve a gestire l’attività di vendita online.

Il concetto “eBusiness” è più ampio del concetto  “eCommerce” e lo comprende al suo interno:

L’eCommerce è una parte dell’eBusiness e anche un particolare tipo di business.

Quanti tipi di eBusiness esistono?

Il campo della vendita online è davvero vasto ci sono molti schemi e modelli possibili:

  1. In base ai soggetti coinvolti nella vendita;
  2. Secondo il tipo specifico di eCommerce.

1. Soggetti coinvolti nella vendita

Ogni attività di vendita online coinvolge più soggetti e si rivolge a un preciso target clienti e in base a questo distinguiamo diversi modelli:

B2B (Business to Business)

Ci sono aziende che hanno come clienti altre aziende o organizzazioni. Ad esempio pensiamo a un venditore online di materiali da costruzione che propone i suoi prodotti ad architetti e professionisti del design che progettano ristrutturazioni di interni.

B2C (Business to Consumer)

Ci sono attività on line che offrono prodotti e servizi direttamente al consumatore. Questo è il tipo più diffuso di eCommerce: negozi online di vestiti, scarpe o prodotti tecnologici da cui tutti noi acquistiamo ogni giorno, o abbiamo acquistato almeno una volta.

C2B (Consumer-to-Business)

Esistono siti eCommerce dove sono i consumatori a vendere  prodotti o servizi alle imprese. Pensa in questo senso ai servizi Web per freelance come Twago, Nubelo o Adtriboo.

C2C (Consumer-to-Consumer)

In questo caso parliamo di siti web che organizzano la vendita di prodotti nuovi o usati tra i consumatori. L’esempio più facile è eBay o qualsiasi altro marketplace dove si può vendere e comprare grazie ad un intermediario e/o su commissione.

Oltre ai tipi di eCommerce di cui abbiamo detto esistono anche altri modi di organizzare la vendita online che sono meno noti:

Hai visto quanti modelli esistono? L’eCommerce è molto più di una semplice transazione online.

Ogni modello prevede un diverso tipo di organizzazione e richiede un progetto web personalizzato, da più punti di vista:

2. eCommerce: tanti tipi di business diversi

A seconda di come viene generato il guadagno e di come avviene lo scambio tra acquirente e venditore, i siti eCommerce possono essere classificati così:

Negozio online che vende prodotti o servizi

Sicuramente è questa la prima idea che ti è venuta in mente quando hai sentito parlare di eCommerce. Sono negozi virtuali con le stesse caratteristiche di un negozio fisico, ma in una versione digitale, facilmente raggiungibile e aperto H 24.

Dropshipping

Per quello che ne sa il cliente è un semplice negozio online., ma in realtà esiste non solo il venditore del negozio eCommerce ma  anche una “terza parte” a cui spetta lo storaggio e la spedizione dei prodotti.

Questo permette al venditore di non aver bisogno di un magazzino fisico ma di sfruttare quello del proprio fornitore.

Membership

Questo tipo di eCommerce punta agli acquisti ricorrenti basati su  abbonamenti periodici (settimanale, mensile, bimestrale, ecc.) che favoriscono le vendite.

Esistono anche le cosiddette “scatole a sorpresa“. Si tratta di confezioni che vengono inviate periodicamente e che contengono prodotti diversi: ad esempio una scatola mensile con birre artigianali di vario tipo.

Invece di vendere il prodotto solo una volta, i negozi offrono la possibilità di riceverlo con una frequenza predeterminata ad un prezzo più conveniente.

Marketplace

Un marketplace è un grande magazzino. È un sito Web in cui venditori diversi offrono i loro prodotti. Amazon è l’esempio per eccelienza di marketplace.

Sebbene il marketplace funzioni anche come normale negozio di eCommerce, chiunque può vendere utilizzando la piattaforma in cambio di una commissione.

Vendita in affiliazione

Esiste anche la possibilità di guadagnare online vendendo attraverso un programma di affiliazione. Si tratta di un particolare modo di fare eBusiness, che consiste nel suggerire la vendita di determinati prodotti e servizi ottenendo in cambio una commissione.

Potrebbe interessarti anche: I migliori prodotti da vendere in affiliazione 

E tu? In che modo vuoi essere presente sul web? Vuoi  vendere direttamente ai privati o impostare un business complesso?

Adesso che conosci le differenze fra eCommerce e eBusiness sarà più facile scegliere la tua direzione!

Vuoi creare un negozio online?

 parliamo adesso della tua idea

Summary
eCommerce VS eBusiness: modelli e differenxe
Article Name
eCommerce VS eBusiness: modelli e differenxe
Description
Conosci davvero il significato del termine e Commerce? Qual è la differenza con e Business? Scoprilo per scegliere la tua giusta strada per la vendita online.
Author
Publisher Name
CreaCity
Publisher Logo
Tag: , , ,

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *