struttura landing page
Tempo di lettura: 7 minuti
Aggiornato al 07 Dicembre 2023

Parliamo della struttura della landing page: come dovrebbe essere e quali elementi sono indispensabili per generare conversioni?

La struttura della landing page

La landing page è una pagina progettata e costruita per generare conversioni.

Per ottenere questo risultato è necessario lavorare su due aspetti essenziali:

  1. progettare con cura la struttura della landing page: scegliere bene gli elementi da inserire e organizzare lo spazio in modo strategico;
  2. inserirla all’interno di una più ampia strategia di conversione.

Parliamo in particolare del primo aspetto, cioè di come creare il layout  e i contenuti della landing page per strutturarla bene dal punto di vista grafico e testuale.

Ma cos’è esattamente una pagina landing?

La landing page è chiamata anche pagina di destinazione o atterraggio (e infatti landing significa letteralmente “atterrare“).

Il nostro webmaster ti direbbe che la landing page è tecnicamente una via di accesso al sito web. In una prospettiva di digital marketing, invece, possiamo definirla come il punto di atterraggio di una campagna pubblicitaria online, ad esempio una campagna annunci su Google o Facebook).

Come e perché si raggiunge la landing page? Le persone arrivano alla pagina perché hanno cliccato:

  • un annuncio sui motori di ricerca
  • un’email
  • un annuncio o un post sui social network

Un aspetto importante: chi arriva alla landing page è già interessato al tipo prodotto o servizio che offri. Con il tuo annuncio sei stato capace di attirare la sua attenzione… adesso devi convincerlo!

La Landing page deve mantenere l’attenzione e convincere chi la esplora e portare alla conversione.

Definisci lo scopo della tua landing per creare la struttura giusta

La pagina di destinazione deve accogliere chi la visita e incoraggiare le persone a compiere un’azione, come ad esempio acquistare un prodotto o lasciare il consenso per un futuro contatto (preventivo, o proposta commerciale).

Tieni ben a mente il tuo scopo specifico: è la prima cosa da considerare per costruire la struttura della landing page, in modo che funzioni: Vuoi vendere un prodotto, oppure vuoi acquisire un lead?

Nel primo caso ti serve una pagina landing di vendita, quella che di solito è nota come Sales page. Nel secondo caso, hai bisogno di una pagina Squeeze.

Per approfondire: Quale differenza c’è tra una Sales page e una Squeeze page?

I 5 elementi della struttura di una landing page

Ogni landing page dovrebbe essere personalizzata in ogni aspetto per adattarla perfettamente al prodotto/servizio che si vuole proporre.

Ci sono alcuni elementi indispensabili che dovrai inserire:

  1.  Proposta di valore
  2. Dettagli dell’offerta
  3. Elemento grafico in evidenza
  4. Invito all’azione (call to action)
  5. Testimonianze di fiducia

1. Proposta di valore

Prima di tutto ti serve un titolo: sarà l’elemento testuale principale: deve colpire!

Sfrutta questo spazio per descrivere bene la tua offerta con una frase sintetica ma completa: 

  • suscita curiosità e interesse;
  • invoglia da subito le persone a cliccare.

Il successo della pagina dipende tanto dal valore reale dell’offerta ma anche dalla tua capacità di comunicare: convinci, sorprendi, crea urgenza di acquisto con le tue parole.

Ecco alcuni suggerimenti per catturare l’attenzione:

  • offri più di quanto ile persone si aspettano;
  • metti in evidenza lo sconto o la carenza del prodotto in magazzino;
  • fai leva sulle emozioni con una frase d’effetto.

Dal punto di vista grafico:

  • Posiziona il titolo nella parte alta della landing page
  • usa caratteri grandi per dare enfasi al tuo messaggio

2. I dettagli della tua offerta

Oltre ad un titolo che colpisce l’occhio dovrai anche descrivere la tua offerta in maniera sintetica ma efficace.

Mettiti nei panni del tuo potenziale cliente e chiarisci ogni possibile dubbio.

Cerca equilibrio fra sintesi e completezza, scegliendo con cura le parole giuste.

Dal punto di vista grafico: sfrutta l’efficacia delle liste puntate, hanno la capacità di sintetizzare e dare ordine e leggibilità ai contenuti.

3. Grafica accattivante

Inserire immagini e/o contenuti multimediali è un modo efficace per sottolineare i dettagli e il pregio della tua offerta.

Un’immagine grande o un video centrale sono ideali per attirare attenzione.

Ci sono landing page che puntano molto sulle immagini ed altre che colpiscono per un solo contenuto grafico di forte impatto.

Costruire un buon contesto grafico significa, prima di tutto, creare coerenza fra gli elementi della pagina.

Non inserire troppe immagini e usale se e quando sono realmente  utili a migliorare la tua comunicazione, altrimenti rischi di appesantire e di  disperdere l’attenzione.

Il consiglio in più: scegliendo un font adatto anche i tuoi testi possono trasformarsi in un elemento grafico di forte impatto.

4. Invito all’azione (call to action)

Inserire uno o più  pulsanti che invitano a compiere un’azione specifica è indispensabile. Parliamo della cosiddetta call to action che è praticamente il cuore della landing page e anche il momento esatto in cui ti giochi la conversione.

Il pulsante dovrebbe essere inserito nella parte alta della schermata, posto ben in evidenza per poi ripetersi diverse volte all’interno della pagina. Dovrà essere posizionato sempre in posizione strategica, per colpire l’occhio e convincere.

Scegli accuratamente le parole da inserire all’interno del pulsante: il tuo copywriting (in questo caso anche chiamato micro-copy) è di vitale importanza per ottenere il tuo clic!

Dal punto di vista grafico: usa un colore a contrasto per il pulsante e adattne la forma al resto della grafica.

5. Elementi che inducono fiducia

Aggiungere frasi dei tuoi clienti soddisfatti è un ottimo modo per ottenere la fiducia del tuo interlocutore. Ci si fida sempre di più quando a parlare bene di noi sono gli altri!

In alternativa ci sono altri elementi che possono indurre un senso di fiducia (in base al principio marketing della riprova sociale). Un esempio sono informazioni sulle competenze tue e dei tuoi collaboratori, riconoscimenti o premi ottenuti da te o dalla tua azienda, badge che attestano un alto livello di formazione.

Anche una sezione dedicata alle FAQ può convincere le persone a fidarsi di te. Immagina quali potrebbero essere le probabili domande dei tuoi clienti e offri risposte chiare e sintetiche.

Indispensabile: se chiedi di lasciare dati personali spiega accuratamente come li userai, non solo per essere in regola con gli obblighi di legge ma anche per tranquillizzare  l’utente sulla tua correttezza. Evidenzia la possibilità di revocare il  consenso liberamente, facilmente e in qualunque momento.

I 5 elementi di una landing page efficace (infografica)

Gli elementi di una landing page efficace

 

Struttura della landing page: i cinque elementi di una landing page efficace (infografica)

 

Come costruire la struttura della landing page: i nostri consigli

Quando atterri su una pagina landing la struttura che ti trovi davanti è più o meno questa:

layout struttura della landing page (esempio)

Una schermata di questo tipo potrebbe essere già sufficiente a ottenere una conversione.

Di solito però però chi visita la pagina ha bisogno vi accede con curiosità e interesse ma ha bisogno di essere convinto attraverso una serie di passaggi successivi.

La struttura della landing page deve portare le persone, un passo dopo l’altro fino alla conversione.

Il layout della landing page non può quindi fermarsi a una schermata simile a quella che ti ho mostrato ma dovrebbe svilupparsi verticalmente, in modo da scorrere verticalmente, offrendo più contenuti.

In questo modo potrai creare un percorso persuasivo multilivello, offrendo informazioni via via più approfondite e per portare il tuo cliente  al clic.

Ecco qualche consiglio per costruire questa struttura:

  • Mantieni equilibrio fra gli spazi pieni e quelli vuoti (non è importante solo riempire, ma anche dare respiro)
  • Rispetta la coerenza con il resto della grafica del tuo sito web
  • Non inserire un menù di navigazione che possa portare le persone ad esplorare altre sezioni del sito o comunque a dalla pagina
  • Usa un tono di voce adatto al tuo target clienti e alla tua proposta
  • Sintonizza anche la grafica della tua pagina al mood del tuo prodotto e la tua offerta

Per capire come è fatta una landing page che funziona bene ho compilato una raccolta di landing page da cui prendere esempio che trovi → qui.

Siamo in chiusura. Per far funzionare una landing page e ottenere conversioni ci vuole tutto quello che ci siamo detti questo ma anche qualcosa in più:

  • progettala alla perfezione,
  • inseriscila correttamente nella tua strategia di inbound marketing.

Vuoi un consiglio su come inserire le tue landing page all’interno di una buona strategia di digital marketing?

 Chiedi a noi come fare

Summary
Struttura della landing page: come crearla per generare conversioni
Article Name
Struttura della landing page: come crearla per generare conversioni
Description
Come costruire una landing page efficace, attraente e ben organizzata.
Author
Publisher Name
Creacity
Publisher Logo
Tag: , ,

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *