fbpx
campagne adwords perugia

Nel 2000, un’ambiziosa compagnia di motori di ricerca di nome Google ha lanciato la versione beta di AdWords con soli 350 inserzionisti. Quindici anni dopo, Google aveva guadagnato quasi 52 miliardi di dollari di entrate pubblicitarie nette annuali, rappresentando il 77,8% di tutte le entrate pubblicitarie della rete di ricerca negli Stati Uniti e il 30% delle entrate pubblicitarie globali.

Ecco perché oggi è fondamentale investire in una campagna Google AdWords e 6 consigli pratici su come impostarla in modo corretto.

Non c’è dubbio che Google AdWords sia una delle storie di successo più impressionanti nella storia della tecnologia, ed è in gran parte responsabile della valutazione di 600 miliardi di dollari di Google.

Google AdWords ha avuto un tale successo grazie in gran parte al fatto che è uno dei metodi di pubblicità più convenienti per le aziende di tutte le dimensioni. Tutti, dai piccoli negozi alle grandi imprese, utilizzano ormai questa piattaforma.

Gestire una campagna AdWords a Perugia (dove ci troviamo) come in tutt’Italia richiede un lavoro intelligente. Non puoi semplicemente investire 5000€ in una campagna e aspettarti di ottenere dei contatti. Devi  piuttosto svolgere i tuoi compiti con attenzione e costanza, e sfruttare gli strumenti di targeting (e altri strumenti) che la piattaforma AdWords mette a tua disposizione.

Per iniziare, ecco alcuni dei passaggi chiave da eseguire se desideri massimizzare il ROI nella tua prossima campagna AdWords di Google.

Passaggio 1: capire cos’è AdWords

Prima di investire un singolo euro in una campagna AdWords, è importante capire i suoi punti di forza e di debolezza. AdWords è eccellente per risultati altamente mirati, misurabili e rapidi che ben si prestano al lead e alla generazione di vendite.

D’altra parte, AdWords richiede un investimento significativo e continuo e ogni impressione o clic è pagato. In genere non è uno strumento economicamente efficace per la brand awareness. Ciò è aggravato dal fatto che la brand awareness è difficile da misurare sulla piattaforma AdWords.

Quando progetti la tua campagna, tieni a mente i punti di forza e di debolezza della piattaforma e concentra i tuoi sforzi per la brand awareness su altre attività di marketing.

Passaggio 2: Ricerca e comprensione del targeting per pubblico

A questo punto ti potresti chiedere se sia giusto investire in Google AdWords. Beh se vuoi ottenere dei giusti risultati la risposta è sì. Ma per farlo è necessario investire tempo e risorse per comprendere appieno il pubblico. Osserva i tipi di siti sui quali il tuo pubblico target trascorre il tempo: quale linguaggio usano questi siti? Come appaiono? Quali concorrenti pubblicano campagne pubblicitarie efficaci?

Puoi utilizzare la piattaforma AdWords per ricercare molti di questi elementi, il tutto senza spendere un solo dollaro. Grazie a Google!

Passaggio 3: avere un obiettivo specifico per ciascuna campagna e non combinarli

È facile diventare eccessivamente ambiziosi con una campagna AdWords, in particolare se hai intenzione di spendere una parte significativa del tuo budget di marketing. Tuttavia, è imperativo che tu scelga un obiettivo specifico per ogni campagna. Così facendo migliorerai sensibilmente il ROI della campagna.

Passaggio 4: crea una pagina di destinazione per il tuo annuncio

Forse l’errore più grande e più comune che le nuove aziende fanno con Google AdWords è dirigere il traffico dai propri annunci a pagamento alle home page dei loro siti. Molte volte, queste aziende investono in annunci pubblicitari, scoprono che non ottengono risultati e finiscono per pensare ad AdWords come ad uno spreco di denaro.

In realtà, le home page sono un posto terribile per dirigere il traffico. Pensala così: gli utenti cercano una cosa specifica quando cercano. Dirigendoli alla tua home page – che probabilmente contiene almeno una dozzina di elementi e opzioni differenti – hai semplicemente perso tempo (e denaro).

Invece, devi creare pagine di destinazione altamente mirate che indirizzino direttamente la query che l’utente ha inserito in Google. Le pagine di destinazione devono sempre essere monouso. C’è un obiettivo di conversione e un percorso chiaro verso quell’obiettivo che l’utente deve seguire.

Passaggio 5: crea un sacco di versioni della copia dell’annuncio

Prima di iniziare la tua campagna, ti consigliamo di creare molte versioni del testo pubblicitario, quante ne puoi produrre realisticamente, ma da 5 a 10.

Leggeri cambiamenti nel testo pubblicitario possono avere un impatto significativo sui tassi di conversione. Testando contemporaneamente molte variazioni, è possibile determinare rapidamente quali versioni convertono di più. Fraziona il budget pubblicitario in segmenti più piccoli e assegna i budget a ciascuna versione dell’annuncio. E siate pronti a spendere una quantità relativamente consistente del vostro budget nella prima fase di sviluppo della campagna. I dati raccolti all’inizio infatti ti consentono di concentrare la tua campagna (e il tuo budget) sulle versioni del tuo annuncio che funzionano meglio.

Passaggio 6: verifica del ROI positivo

Quando hai iniziato la tua campagna, hai fissato obiettivi specifici. Una volta che la campagna è attiva e in esecuzione, verifica di essere effettivamente in grado di generare il ROI positivo che hai proiettato.

Calcolarlo è abbastanza semplice: prendi l’importo che paghi per ogni clic e moltiplicalo per la percentuale di clic che convertono. Confronta questo costo con qualsiasi modello di profitto che desideri.

Summary
6 consigli fondamentali per impostare la tua campagna AdWords | CreaCity
Article Name
6 consigli fondamentali per impostare la tua campagna AdWords | CreaCity
Description
Gestire una campagna AdWords richiede un lavoro intelligente e costante. Ecco i 6 passaggi fondamentali per investire bene i propri soldi.
Author
Publisher Name
CreaCity
Publisher Logo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *